Un giusto riconoscimento

di ANGELO  RAVAGLIA

Parco delle lavandaie a Lugo: un giusto riconoscimento storico

La nomina di Parco delle lavandaie, in via Villa, è il giusto, storico riconoscimento alle donne che per secoli ( dal 1600 agli anni Sessanta del secolo scorso) si sono rese protagoniste di un duro, indispensabile lavoro per la comunità lughese.

Con il nuovo nome conferito al parco e dandogli la dignità del toponimo, l’Amministrazione comunale su proposta della Consulta di Lugo ovest e dei cittadini , ha corretto l’uso improprio che si stava diffondendo della locuzione “parco canale dei mulini”.

Agli inizi del Duemila , fra l’altro, le eredi delle ultime lavandaie si resero protagoniste di un Comitato che si battè contro la lottizzazione dell’ area inducendo il Sindaco di allora, anche grazie al voto contrario dei Verdi, a modificare e ridurre il progetto con il voto ; si chiamava , per l’appunto, Comitato Dernier regard per il parco delle lavandaie, in riferimento ai campi di papaveri di Claude Monet.

Se abbiamo un’area verde molto più ampia di quella progettata, è stato anche merito loro che raccolsero centinaia di firme a suo favore.

Oggi si può dire che è stato resa loro giustizia storica ; questo va riconosciuto all’amministrazione comunale che dimostra attenzione alla toponomastica ed al suo ruolo di conservazione della memoria.

Opportuna anche la nuova tabella bilingue posta sul canale : Ponte delle lavandaie-Pont dal bugadéri, in dialetto, la loro lingua ; sostituisce la precedente in ceramica, da tempo vandalizzata.

Il suggello finale sarebbe la collocazione di un pannello tipo murales per illustrare e le dure condizioni di lavoro,oggi inimmaginabili. di queste donne, le vere proletarie di Lugo.

Su di loro non è mai stato scritto un rigo, ma appartengono alla nostra storia sociale ; sarebbero piaciute allo storico francese Braudel, quello degli Annales.

Angelo Ravaglia

Lugo, 29 novembre 2022

info: 340.5919531

Ultime Notizie

Rubriche