Lugo tra le sei città finaliste per la Capitale del libro 2023

In foto da sinistra: Anna Giulia Gallegati, Maria Chaira Sbiroli, Davide Ranalli e Giuditta Lughi.

È ufficiale: Lugo è tra le sei città finaliste per il prestigioso titolo di Capitale italiana del libro 2023.
Il sindaco di Lugo Davide Ranalli, insieme ad Anna Giulia Gallegati, assessora alla Cultura, Maria Chiara Sbiroli, direttrice della biblioteca Trisi, e Giuditta Lunghi, responsabile del servizio Istituzioni culturali, ha infatti incontrato la giuria nominata direttamente dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano. Durante l’audizione, svoltasi in modalità online, i rappresentanti dell’Amministrazione hanno esposto il progetto alla base della candidatura di Lugo. «Poter raccontare il nostro progetto alla giuria è stato motivo di grande soddisfazione – commenta il primo cittadino -. Questa candidatura ha attivato tante energie nel nostro territorio, per cui confidiamo di aver trasmesso al meglio i nostri punti di forza». Come già sottolineato più volte, il dossier di candidatura si snoda attorno al concetto di “esplorazione” – della lettura e dei motivi della non lettura – perfettamente in linea con il 230° anniversario della nascita dell’esploratore, cartografo e geografo Agostino Codazzi, illustre cittadino lughese, nato nel 1793, che ha contribuito a gettare le basi della cartografia in Colombia e in Venezuela.
Non resta, quindi, che attendere il verdetto finale.

Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche