Ben venga maggio e ‘l gonfalon selvaggio!

Presentato ieri il programma della Contesa Estense

Ieri pomeriggio in Sala Consigliare nella Rocca Estense di Lugo il Podestà, la dott. Roberta Pasi, ha giurato fedeltà ai regolamenti, prendendo l’impegno di farli rispettare durante il periodo della Contesa, dal 13 al 21 maggio.

Il maestro di campo, le maestre di sfilata e i consiglieri anziani hanno ripetuto la formula di rito. Successivamente è stato presentato il drappo messo in palio: quest’anno come riferimento storico è stato scelto Giuseppe Compagnoni, costituzionalista, letterato, giornalista, considerato padre della bandiera italiana.

Il 13 e il 14 maggio avranno luogo le gare delle bandiere e dei tamburi. Il 15 maggio, giornata del Patrono, è prevista la celebrazione di una Santa Messa e di una processione, con la presenza del Vescovo, Mons. Mosciatti. Verso le 21 verrà rappresentata la rievocazione storica  dei festeggiamenti per Borso d’Este di passaggio a Lugo diretto a Roma.

 

Durante i festeggiamenti verrà proclamata la Soave Creatura: una ragazza di origine povera, che si dovrà distinguere per il portamento, per la realizzazione di di un gomitolo di lana, una pagnotta di pane e una composizione floreale. Un tempo la prescelta riceveva la dote per andare sposa. Oggi il premio è un gioiello o un altro premio offerto dallo sponsor.

Nelle serate dal 16 al 19 ci saranno intrattenimenti e spettacoli in piazza al centro del pavaglione. Il Salone Estense ospiterà quattro conferenze, il 16, il 17, il 18, il 19.

Una novità assoluta è rappresentata da una cena medievale nel cortile della Rocca, il 6 maggio, con un allestimento particolare per far vivere ai partecipanti l’emozione di ritornare indietro nel tempo, a metà del 400. Non mancheranno le osterie gestite dai Rioni, dal 13 al 20. Il 21 si concluderà la manifestazione con il corteo storico in costume dei Rioni/Contrada per le vie del centro e con il tanto atteso Palio della Caveja

Ultime Notizie

Rubriche