Lo ScrittuRa Festival porta a Lugo Cattelan, Guzzanti, Malika Ayane e tanti altri

Lugo riparte dalla cultura. Dopo le complesse settimane post alluvione, il comune romagnolo ospiterà lo ScrittuRa Festival per la settima edizione consecutiva. «In uno dei momenti più difficili per Lugo e la Romagna non abbiamo voluto rinunciare alla possibilità di coltivare la bellezza». Con queste parole Matteo Cavezzali, scrittore e curatore dell’iniziativa, ne ha confermato lo svolgimento. Le date da cerchiare in rosso sono quelle dall’8 al 12 giugno.
Si inizia giovedì 8 giugno alle 18.30, al chiostro del Carmine, con Alberto Rollo in Educazione sentimentale di un escursionista. Al centro la storia di un uomo di pianura e di metropoli, che ha sempre guardato alla montagna per amor di valico, di salita e di cielo. Alle 21 saliranno sul palco del Pavaglione i due filosofi Maura Gancitano e Andrea Colamedici con Chi me lo fa fare? Come il lavoro ci ha illuso: la fine dell’incantesimo. Ad aprire la serata andrà in scena Riemersi, tratto dalle pagine salvate dall’alluvione e lette dai bibliotecari della Biblioteca Trisi, colpita duramente dagli eventi di maggio. Venerdì 9 giugno, ore 21, al Pavaglione, parola a Francesco Piccolo in dialogo con Cavezzali. L’autore, premio Strega nel 2014 e sceneggiatore, si addentrerà in una narrazione a confronto dei registi Fellini e Visconti. Seguirà, nella serata di sabato 10 giugno, l’incontro in Pavaglione con Malika Ayane. Alle 21 è previsto Parole, musica, amore e felicità, in dialogo con Cavezzali. Nel suo primo romanzo Ansia da felicità, la cantautrice ci racconta una storia intima. La felicità può sbocciare improvvisa o avvizzirsi.
Le giornate di ScrittuRa a Lugo chiudono in grande stile lunedì 12 giugno. Alle 18.30, Sabina Guzzanti sarà al Chiostro del Carmine con Vecchi rivoluzionari contro robot “ANonniMus”, insieme a Gianni Gozzoli. Un’ironia surreale che ci racconta il futuro (ma anche il presente). Chiude il sipario, alle 21, Alessandro Cattelan. Al Pavaglione metterà L’accento sui libri, in dialogo con Matteo Cavezzali. Il celebre conduttore televisivo racconterà del suo amore per la lettura e della casa editrice che ha da poco fondato – dal nome Accento, appunto – con cui si propone di far scoprire nuove voci della narrativa italiana e di riportare alla luce romanzi stranieri introvabili.

Le dichiarazioni
«Gli appuntamenti di ScrittuRa Festival – dichiara il sindaco di Lugo Davide Ranalli -, sempre molto partecipati e amati dai nostri cittadini, sono un chiaro segno del nostro desiderio di scommettere ancora una volta su cultura e comunità, elementi fondamentali per ripartire e ritrovarci dopo i recenti giorni drammatici. Questa scommessa oggi assume un nuovo senso, importante e ancora più significativo».
«Non mancheremo di far conoscere i nostri luoghi di cultura ai tanti ospiti e di rendere il festival un’occasione, per chi vorrà, per sostenere Lugo e il nostro territorio» aggiunge Anna Giulia Gallegati, assessore alla cultura del comune. ScrittuRa Festival è realizzato dall’Associazione Onnivoro, grazie al contributo del Comune di Lugo e della Regione Emilia-Romagna, con la collaborazione della Biblioteca Trisi, della Libreria Alfabeta e del Caffè Letterario di Lugo.


Messaggio promozionale

Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche