Aria di serenità

Un bel pomeriggio con l’Associazione Alzheimer

 

Tempo di auguri, di saluti, di bilanci. Ma anche di sorrisi, tanti, nella sede della Consulta di Lugo Ovest, in via don Angelo Ceroni, davanti a una merenda a cura dell’Associazione Alzheimer, ore piacevoli trascorse a chiacchierare e cantare. Si conclude così il ciclo di incontri dedicato a chi ha problematiche riconducibili al morbo di Alzheimer e ai loro familiari.

La Presidente, signora Carla Montanari, ci dice una frase molto significativa, che riassume l’impegno dell’Associazione: “Non facciamo tantissimo, ma ciò che facciamo è concreto”. In realtà le attività sono molte, i progetti vanno avanti, sono un sollievo per gli ammalati e le loro famiglie; quest’anno si sono concretizzate idee nuove, e si pensa a un progetto con la biblioteca Trisi, sempre aperta ai vari aspetti della società. Forse una mostra con i disegni e i pensieri prodotti dalle emozioni dei partecipanti, forse un ciclo di proiezioni. Anno scorso è stato proposto un docufilm, L’acqua non muore mai, che ha riempito la Sala Codazzi, con la partecipazione di un geriatra, il dottor Stefani, che ha risposto alle domande del pubblico e continua a coadiuvare le varie attività associative.

Va sottolineato che non si mira al “bel” lavoretto, ma al lavoretto votato a raccogliere le sensazioni, ad esempio quelle portate dall’autunno, o dalle Festività Natalizie. Si dedicano a quest’attività tre ragazze fenomenali, Roby, Emanuela, Maura, volontarie che hanno accompagnato e amato il gruppo in maniera accogliente e affettuosa e continueranno a farlo da gennaio in poi. I pacchettini che vedete ai piedi dell’albero sono opera loro.

Per tutto l’anno si sono susseguiti gli incontri del martedì e del venerdì, due ore ogni volta, finalizzate alla stimolazione cognitiva e all’allenamento dolce, per mantenere le capacità di  ragionamento e movimento, “Alleniamo la memoria” e “Ritroviamoci”.

L’Associazione è nata nel 2013, con 5 persone, ora sono 12, e non si è praticamente mai interrotta: col Covid si facevano incontri ristretti, con le precauzioni del caso, sempre nella Sala della Consulta di Lugo Ovest, in comodato d’uso gratuito, grazie alla Consulta stessa e al Comune di Lugo.

 

Ci sono altre figure molto importanti, la dottoressa in scienze motorie Livia, la psicologa Fabrizia, l’Oss Daniela, e, il venerdì l’educatrice Valentina. Daniela è stata inserita in un percorso sperimentale di assistenza Alzheimer domiciliare, su supervisione della psicologa, che intercetta i bisogni primari da trasformare in interventi, in modo di andare incontro alle necessità delle famiglie con suggerimenti di accorgimenti per una quotidianità più semplice, ad esempio con tecniche di movimentazione: sono già state soddisfatte gratuitamente 12 famiglie in questo senso.

Ma non è finita (per fortuna che non si fa tantissimo…), perchè l’Associazione ha organizzato e tenuto un corso per assistenti familiari al Sacro Cuore, a cui hanno partecipato 15 persone che hanno ottenuto un regolare attestato riconosciuto da esibire per eventuali assunzioni.

Si avvicina alla Presidente una ragazza, Lorenza, che racconta che in quelle ore ha imparato tanto, le tecniche di movimento, i criteri dell’alimentazione, le modalità del dialogo, concludendo che per lei è stato un immenso conforto nel difficile processo di accettazione della mamma con la malattia di Alzheimer: “Ho capito che non ero sola, c’è una cerchia di persone che vive il mio stesso dramma”. La sua gratitudine si esprime anche con le lacrime, subito asciugate perchè deve essere un pomeriggio di gioia. Coraggio, Lorenza, sei circondata da figure accoglienti e professionali, che renderanno più dolce il tuo percorso.

Ultime Notizie

Rubriche