Giotto e il Vangelo del realismo, a Lugo la mostra che riproduce la Cappella degli Scrovegni

L’inaugurazione della mostra “Giotto – La Cappella degli Scrovegni” a Massa Lombarda per la festa del patrono

Se è vero che «la bellezza salverà il mondo», Giotto è stato un artista che quella bellezza l’ha fatta diventare realtà attraverso le sue opere. Una su tutte: la Cappella degli Scrovegni.
Dal 9 al 19 febbraio, nella sala dell’archivio storico del Consorzio di Bonifica (via Manfredi 32), il centro culturale Umana Avventura e l’Università per adulti di Lugo propongono a tutta la città la mostra Giotto – La Cappella degli Scrovegni.
La mostra sarà presentata venerdì 9 febbraio alle 21 nell’aula magna del liceo di Lugo dalla professoressa Silvana Capanni, presidente dell’Università per adulti, e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 18 e nel weekend dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Giotto nel periodo dal 1303 al 1305 ha affrescato la Cappella dedicata a Santa Maria della Carità di Padova, oggi considerata un capolavoro della pittura del Trecento italiano ed europeo e una delle massime espressioni dell’arte occidentale. La mostra è la riproduzione in scala 1:4 della Cappella degli Scrovegni, per cui si potranno ammirare i cicli pittorici nel loro percorso originale.
La mostra nelle scorse settimane era stata allestita a Massa Lombarda, nella chiesa della Conversione di San Paolo, per la festa patronale della cittadina (nella foto l’inaugurazione della mostra a Massa Lombarda).


© Riproduzione riservata

Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche