Lugo, una petizione per chiedere un nuovo ponte ferroviario sul Santerno a Voltana

È di questi giorni l’avvio di una raccolta firme per chiedere la costruzione di un nuovo ponte ferroviario sul fiume Santerno a Voltana, in sostituzione di quello attuale.
A proporla sono Valeria Monti, presidente della consulta di Voltana-Chiesanuova e Ciribella, e da Daniele Marri, presidente della consulta di Giovecca-Frascata e Passogatto, che hanno lanciato la petizione dove si chiede il sostegno delle istituzioni locali (Comune, Unione dei Comuni e Provincia) per procedere con la richiesta a Rfi e Ministero dei trasporti.
«La petizione nasce per chiedere la costruzione di un nuovo ponte, più alto e a campata unica che, unitamente ad una adeguata cura del fiume e dei suoi argini, consenta il più possibile l’efficienza della struttura idraulica e garantisca la sicurezza del territorio, dell’economia locale e di tutti i cittadini» scrive Monti.
«Il ponte attuale sulla linea Ravenna-Ferrara – si legge nel testo della petizione – è caratterizzato da un’altezza ridotta e da due piloni posti dentro l’alveo del Santerno e rappresenta un punto di forte criticità in caso di eventi alluvionali come quelli del maggio 2023, come ammesso dai tecnici dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e Protezione civile in un incontro pubblico a San Lorenzo lo scorso 25 ottobre».
Ecco perché i proponenti ritengono «che la costruzione di un nuovo ponte, più alto e a campata unica, sia la soluzione più idonea per prevenire futuri disastri e proteggere le nostre comunità».
Per firmare la petizione è possibile rivolgersi alla delegazione comunale di Voltana, oppure direttamente ai promotori.


© Riproduzione riservata

Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche