Lectio Magistralis al Liceo di Lugo

Lectio Magistralis del prof. Pier Luigi StrippoliJÉRÔME LEJEUNE, LA SCOPERTA DELLA TRISOMIA 21 E LA RICERCA DI UNA CURA PER LA SINDROME DI DOWN” nel Liceo di Lugo

Nei giorni scorsi ha avuto luogo la Lectio Magistralis del prof. Pier Luigi Strippoli “Jérôme Lejeune, la scoperta della Trisomia 21 e la ricerca di una cura per la sindrome di Down”, nell’Aula Magna del Liceo “G. Ricci Curbastro” di Lugo.

Pier Luigi Strippoli, docente di Biologia e Genetica nel Corso di Laurea Magistrale di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna, da oltre una decina d’anni coordina un Gruppo di ricerca sulla trisomia 21 (Sindrome di Down), con centro presso il DIBINEM, Dipartimento di Scienze Biomediche e Neuromotorie dell’Alma Mater bolognese, ispirandosi al pensiero scientifico del prof. Jérôme Lejeune (1926-1994), in collaborazione con il Policlinico Gemelli di Roma, dell’Università di Trento e di altri centri di ricerca, riscuotendo l’apprezzamento della Comunità scientifica internazionale.

Accolto dal dirigente scolastico Giancarlo Frassineti, dalla prof.ssa Maria Elena Dalmonte curatrice dell’evento, in un’Aula Magna gremita di studenti e docenti,

Pier Luigi Strippoli ha ripercorso l’iter delle ricerche, focalizzate inizialmente sull’analisi di biologia e genetica molecolare dei geni implicati nella proliferazione e nel differenziamento cellulare, in particolare delle cellule emopoietiche, sia in condizioni normali, sia in situazioni patologiche di aplasia e neoplasia.

In seguito, Strippoli ha avviato e sviluppato ricerche volte allo studio del genoma umano e del cromosoma 21 umano, presente in tre copie nella sindrome di Down, mettendo a punto e impiegando metodi di analisi bioinformatica, genomica e post-genomica per caratterizzare due nuove famiglie geniche identificate nel Laboratorio (Down Syndrome Candidate Region 1-like/DSCR1-like e CYYR1). Nel 2013 ha avviato uno studio sistematico della sindrome di Down basato sulla integrazione di dati clinici, biochimici, genetici e bioinformatici raccolti da bambini affetti dalla Sindrome di Down, allo scopo di identificare nuove possibilità di cura per questa forma di trisomia.

Il Progetto dei bambini con Trisomia 21 si svolge nel Day Hospital della Dott.ssa Chiara Locatelli presso il Policlinico di Sant’Orsola a Bologna e i bambini partecipanti alla ricerca, ad oggi, sono arrivati ad essere 263.

I recenti studi hanno dimostrato un’alterazione biochimica nel ciclo del folato nei soggetti con Sindrome di Down e hanno rafforzato l’idea che la sindrome possa essere considerata una malattia metabolica (Antonaros F., Strippoli P., Scientific Reporters 2021;11:4225).

L’obiettivo della ricerca resta ovviamente sempre l’individuazione di una cura per la Sindrome di Down.

L’appassionata e competente lezione ha fortemente coinvolto i tanti presenti, dai quali il docente bolognese si è accomiatato impegnandosi a tenere la scuola aggiornata sullo sviluppo delle ricerche.

 

 

Ultime Notizie

Rubriche