Un sostegno alle famiglie per la frequenza dei centri estivi

Da giovedì 9 maggio le famiglie dei Comuni della Bassa Romagna possono richiedere il contributo di conciliazione vita-lavoro, per i centri estivi 2024.

L’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha aderito anche quest’anno al progetto regionale «Conciliazione vita-lavoro», per sostenere le famiglie che avranno la necessità di utilizzare i centri estivi per bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. I contributi sono stanziati grazie al fondo sociale europeo (Fse). La finalità del progetto, finanziato con risorse del Fondo sociale europeo, è quella di favorire l’accesso a servizi che favoriscono la conciliazione vita-lavoro nel periodo estivo di sospensione delle attività scolastiche.

destinatari sono gli alunni nella fascia di età compresa tra i 3 e i 13 anni (nati dal 2011 al 2021) con un Isee 2024 fino a 24mila euro e gli alunni con disabilità certificata di età compresa tra i 3 e i 17 anni (nati dal 2007 al 2021) indipendentemente dall’attestazione Isee, in cui entrambi i genitori (o uno solo, in caso di famiglie monoparentali) siano in una delle seguenti condizioni: occupati (ovvero lavoratori dipendenti, parasubordinati, autonomi o associati), lavoratori in cassa integrazione, in mobilità oppure disoccupati che partecipino alle misure di politica attiva del lavoro.

Il contributo massimo erogabile per settimana è di 100 euro a bambino fino a un massimo di contributo erogabile per bambino di 300 euro. L’eventuale minor spesa sostenuta per settimana/bambino rispetto al massimale previsto di 100 euro potrà consentire l’ampliamento del periodo di frequenza del bambino al centro estivo per un numero superiore di settimane o di porzioni di settimane, sempre nel rispetto del massimale di 300 euro.

La domanda dovrà essere presentata entro le 14 di venerdì 28 giugno 2024, esclusivamente online, collegandosi al link https://servizionline.labassaromagna.it/Servizi-online/Scuola-e-Servizi-Educativi. Il richiedente deve essere l’intestatario della retta di frequenza del centro estivo; in caso di più figli iscritti ai centri estivi, deve essere presentata una domanda per ciascun figlio.

Novità rispetto agli anni precedenti, nel modulo di domanda è inglobata anche la dichiarazione prevista precedentemente nel modulo «Altri contributi», che quindi quest’anno non è da allegare/consegnare.

Per maggiori informazioni consultare il sito dell’Unione www.labassaromagna.it, oppure rivolgersi allo sportello sociale-educativo del proprio Comune.

Contatti

Sportello rette servizi educativi e scolastici

Telefono:
0545 299535

Ultime Notizie

Rubriche