«Lavoro e accoglienza a 20 famiglie ucraine». L’iniziativa della Ecogest di Cotignola

La Ecogest spa di Cotignola, azienda che opera nel campo della manutenzione del verde autostradale, tende la mano ai profughi ucraini. Su impulso della famiglia Molinari, alla guida dell’azienda e della holding Greenway Group, è stata inviata stamani una missiva all’ambasciatore in Italia della Repubblica Ucraina Yaroslav Melnyk, ed al capo della Protezione civile italiana, Fabrizio Curcio, «per comunicare ufficialmente la disponibilità a dare accoglienza e lavoro a 20 nuclei familiari tra coloro che sono in fuga dall’Ucraina a causa della guerra».
«Un piccolo ma significativo gesto, una goccia di speranza nel mare di sofferenza che l’Europa e l’Ucraina stanno vivendo» lo definisce l’azienda nel comunicare l’iniziativa volta ad assumere fino a 20 persone ucraine in fuga, in linea con le condizioni contrattuali italiane, affinché possano mantenere i propri cari al seguito.
«In questo contesto apriamo le porte della “nostra casa” idealmente a tutto il popolo ucraino, nella consapevolezza di compiere un piccolo gesto rispetto alla portata della crisi umanitaria che sta per abbattersi sul nostro Paese e sull’Europa intera, ma nella speranza che questa scelta possa essere germoglio per la fioritura di una rete solidale, alla costruzione della quale l’Italia non si è mai sottratta» conclude Valerio Molinari nella missiva all’ambasciatore restando a disposizione anche delle autorità italiane.


Courtesy of Il Nuovo Diario Messaggero

Ultime Notizie

Rubriche