mercoledì 1 ottobre 2014

Avviso ai naviganti

E se si girano gli eserciti e spariscono gli Eroi 
Se la guerra poi adesso cominciamo a farla noi 
Non sorridete, gli spari sopra sono per voi

Vasco Rossi

Un'altra di queste vittorie, disse Pirro dopo la battaglia contro i romani, e siamo finiti. 
Il PD dell'Emilia-Romagna farà bene a valutare attentamente i significati del voto delle primarie che, mentre assegna la vittoria a Stefano Bonaccini ( auguri! ) segnala, nell'affluenza e nell'età dei votanti, un allarmante allontanamento dalla parte più giovane e viva della società e la definitiva crisi di rappresentanza del gruppo dirigente che lo ha occupato soffocandone vitalità è ideativita'.
La litania sulla stanchezza da primarie, che quel gruppo dirigente non ha mai culturalmente assimilato ed ha sempre politicamente subito, fa velo alla cruda realtà: siamo di fronte ad una disaffezione che sconfina nella rassegnazione. 
Uno bussa per entrare, due, tre volte, poi decide che non ne vale la pena, che non cambia nulla, e si occupa di altre faccende. 
Quando c'è fiducia, quando capiscono che il loro apporto e' gradito, e utile, i cittadini vanno a votare. In Emilia-Romagna e' matematico. 
Lo scarso impegno nel promuovere l'evento, la " lontananza" dell'istituzione Regione, che non ha con l'elettore ne' la contiguità fisica del Comune nè il rapporto massmediatico del Governo, e la scarsa notorietà dei candidati hanno concorso, in minor misura, all'insoddisfacente risultato. 
Che sia comunque meglio delle metafisiche consultazioni grilline non può consolare un partito nato per migliorare la qualità della democrazia in Italia. 
La novità di queste primarie e' la conferma di un processo inesorabile che prima ha rarefatto il senso di appartenenza del popolo della sinistra e ora affonda, senza grandi resistenze, nella parte più tenace del vecchio nucleo del Pci della cui dedizione si è fatto scudo l'establishment, sovrapponendo se stesso e l'interesse di parte al partito e all'interesse di tutti. 
Lo zoccolo, assottigliatosi via via, non è più duro, la sua fedeltà si apre al dubbio, diventa lealtà, reclama la verifica su cosa sia davvero meglio, di volta in volta, per il partito e per l'Italia. 
E' stato così anche per Renzi. Nei circoli intristiti dalla prolungata assenza di fermenti giovanili la diradata processione degli invecchiati testimoni di un impegno politico generoso ha avuto, domenica scorsa, un carattere diverso dal passato. 
Le schede introdotte nell'urna sembravano scandire le parole del film Amistad: date a noi...liberi. Con Balzani o con Bonaccini, liberi dai pregiudizi, dalle nostre catene, da noi stessi. Finalmente. 
Bonaccini dovrà tenerne conto, nel momento in cui, ci auguriamo, si accinge a ricoprire la carica più importante dell'Emilia-Romagna. Appoggiandosi all'apparato, prendendone a riferimento alcune espressioni arretrate, ha commesso lo stesso errore di Bersani allorché, per sconfiggere Renzi, si alleo' coi Loriero e i Bassolino, perdendo per strada la curiosità che ne caratterizzava l'intelligenza acuta. 
Il confine, come ho avuto occasione di dirgli, fra una stabilità ricercata nella continuità e una conservazione che, in politica come alla guida delle Istituzioni, contraddice la nostra storia e contrasta con l'interesse della nostra terra, e' molto sottile.
Il rischio e' di compromettere l'idea di rinnovamento che il candidato presidente aveva saputo trasmettere percependo prima di altri non solo la portata dell'ascesa di Renzi ma anche i suoi significati. Che, a volte, lo stesso Premier, nell'enfasi appropriativa che sembra prendere ogni leader, trascura. 
Prendono i voti ma non i votanti, le loro motivazioni, i sentimenti, le aspettative. Il mio 40 per cento, il mio 25 per cento, come se quella volontaria unione di persone diverse che chiamiamo partito non fosse in primo luogo loro, come se il consenso degli elettori fosse una delega in bianco. 
Balzani, dopo la legittima soddisfazione per un risultato al quale ha coraggiosamente creduto introducendo riflessioni dialettiche che fanno bene alla politica, dovrà evitare di considerare "suoi" i voti che la sua iniziativa ha saputo aggregare cogliendo e interpretando un sentimento diffuso. 
Anche in questo dovrà mostrare una diversità. Quei sentimenti e quei significati sono in ogni caso lontani dalla campagna di denigrazione personale con cui si è puntualmente cercato di condizionare la raccolta stessa delle firme a favore dell'intruso che scombinava i piani, dipinto di volta in volta come un pericoloso estremista di destra (Balzani si consoli, Renzi lo è ancora), un massone e un pessimo amministratore della sua città, che lo ha infatti punito con l'80 per cento dei consensi. 
Bonaccini non c'entra, lo conosco. C'entra una cultura insofferente al confronto, che alligna in ogni parte tentata di far prevalere le ragioni della forza sulla forza delle idee. La stessa che ha denunciato, in questi giorni, Bersani, fatto oggetto dello stesso trattamento che i suoi amici troppo zelanti hanno riservato a molti, accusati, come lui, di dissentire per risentimento, ed altre misere ragioni. 
Dopo anni mi sono sentito vicino al vecchio amico. Dubito che " i suoi", i pochi che non l'hanno abbandonato, capiranno la lezione e, ancor meno che avvertano la necessità di restituire civiltà al confronto i nuovi accusatori. 
La speranza che, come si dice, e' l'ultima a morire, e' che inizi una nuova storia, nella quale confronto vuol dire confronto, lealtà lealtà e rispetto rispetto. Non per il bene del partito ma perché è giusto così. 
Senza queste radici culturali l'albero del PD non resisterà ai venti ciclonici dei nostri tempi. Meri cambi al vertice, con corollario di nuovi assetti di potere, amici, posti, serviranno forse a vincere un'elezione, non certo a far rinascere la fiducia, l'identificazione e il piacere della politica. 

Guido Tampieri
Libero Pensatore

Nessuna tregua per i contribuenti

L'articolo più letto di ieri martedì 30 settembre



Ha vinto "Per la Buona Politica" su un tema di grande interesse, ovviamente: tasse!

Consigli per gli acquisti


Impossibile arrivare alla Sagra dei Marroni di Marradi?

Con Zaganelli si può e anche alla Merenda (cena) della Ginestra 



L'Autunno è alle porte e Autunno nel nostro splendido Appennino "chiama" le castagne.





Guida alla riduzione della TARI

Per quelle industrie e attività che avviano a recupero in modo autonomo 

Anche per il 2014 nei Comuni di Ravenna, Cervia, Russi e della Bassa Romagna è confermato lo sconto sulla tassa rifiuti per quelle industrie e attività che avviano a recupero in modo autonomo, presso ditte terze, i rifiuti prodotti e assimilabili agli urbani.

Conselice celebra la libertà di stampa

Quest’anno sarà Susanna Camusso a donare il Tricolore


Quest'anno sarà la Cgil nazionale a offrire il Tricolore al Monumento alla stampa clandestina e alla libertà di stampa, che da otto anni ogni 1 ottobre ricorda il tributo di sangue dei conselicesi nella lotta di liberazione.

Nuova iniziativa congiunta di Confartigianato della provincia di Ravenna e Credito Cooperativo ravennate e imolese

Riceviamo e pubblichiamo


E’ stata avviata una nuova e interessante collaborazione tra Confartigianato della provincia di e Ravenna e Credito Cooperativo ravennate e imolese, attraverso la creazione di una apposito plafond per finanziamenti a medio termine di 5 milioni di euro, senza garanzie ipotecarie, fino a 7 anni, che premia, per la prima volta nel panorama, la qualità e profondità dell'investimento in termini di ritorni per gli associati prima ancora dell'attuale merito creditizio.

Perchè una centrale di stoccaggio fa paura

Riceviamo dal M5S e pubblichiamo


Nei giorni scorsi approfittando della festa di San Michele, ricorrenza particolarmente sentita dai cittadini di Bagnacavallo, la società Edison ha ben pensato di unire il sacro al profano aprendo le porte della centrale di stoccaggio gas di San Potito situata ai confini della città.

Modifiche al traffico in via Poveromini a Lugo

Saranno in vigore dal 6 al 30 ottobre per permettere lavori di manutenzione alla rete idrica

Modifiche al traffico per consentire l'esecuzione di interventi commissionati da Hera per la posa in opera di un tratto di acquedotto in centro a Lugo.

Una scena curiosa sotto la Rocca

Don Camillo e Peppone versione 2014 si rincorrono. Show di beneficenza Sindaco-Prevosto
di Valeria Giordani



Curioso intermezzo ieri tra una sfilata e l’altra delle batterie 125 e 350 della kermesse motociclistica ‘Rombi di passione’ , Dmenica pomeriggio tra le piazze del centro di Lugo.

Consigli per gli acquisti


Oltre duemila contatti

Record dal dopo elezioni



Vero che nei giorni caldi della campagna elettorale, che ha visto il vostro quotidiano in prima fila a fare da tribuna elettorale, i contatti erano arrivati a quattromila ma non era un eufemismo il dire che il voto li raddoppiava, i contatti.
Dopo l'ulteriore calo dei mesi estivi, nelle ultime settimane eravate tornati ad una media di circa1.800, ma ieri, martedì 30, abbiamo fatto record: 2.107 ! 

Sabato prossimo 4 ottobre tutti a pedalare

Un'iniziativa in onore della Madonna delle Stuoie

La Parrocchia dei santi Simone e Giuda, in collaborazione con l'A.S.D. Ciclo Guide Lugo, col patrocinio del Comune di Lugo, propone una pedalata di 15 km per sabato 4 ottobre, in onore della Madonna delle Stuoie, con ritrovo alle 15 e 45 e partenza alle 16 e 15. 
E' previsto un ristoro finale per tutti i partecipanti. 
Informazioni: tel. 0545 25235 e 347 0475029

Lucia Baldini

4 ottobre San Francesco patrono d'Italia

Santa Messa in cattedrale a Imola 


Sabato prossimo 4 ottobre, in Cattedrale ad Imola, alle ore 18, i francescani invitano a partecipare alla S.Messa presieduta dal Vescovo per festeggiare San Francesco d'Assisi
patrono d'Italia, dell'Azione Cattolica e dell'Agesci.

Iniziano i corsi di italiano per stranieri

L’iscrizione è gratuita e sono riservati a cittadini maggiori di 16 anni con permesso di soggiorno

Il Centro provinciale per l’istruzione degli adulti di Ravenna organizza a Lugo corsi di lingua italiana per stranieri che si terranno da ottobre 2014 a maggio 2015.


Giovani della pace

FOTONOTIZIA


La 4° festa di Bubulina

La ciclistica Baracca mette la cigliegina sulla torta della Festa di Bubulina


La 4° festa di Bubulina è terminata con il concerto in piazza Baracca, durante il quale il sigg. Paolo Contarini e Mario Righini della “Ciclistica Baracca” hanno consegnato un assegno in beneficenza dell’ importo di 1000 Euro al presidente dell’ associazione Bubulina, derivante dal ricavato delle attività promosse nell’ambito ciclistico.



Tennistavolo ACLI Lugo

Caterina Angeli vince il regionale di Manzolino


Dopo la pausa estiva , la lunga stagione pongistica è incominciata col primo torneo regionale giovanile FITET, che si è svolto nel nuovo palazzetto dello sport di Manzolino (MO) che sarà la sede dei tornei giovanili di tutta la stagione 2014/15.



Cento di Maria Pagani a Voltana

Una festa con musica e balli per celebrare il traguardo della signora originaria di San Lorenzo


E' stata festeggiata la neo centenaria Maria Pagani, originaria di San Lorenzo di Lugo, dove è nata nel 1914.



Mah-jog e burraco

Riceviamo e pubblichiamo

Al Circolo ANSPI "Guido Negri" di via Amendola a Lugo il prossimo martedì (7 Ottobre) riprendono i tornei  di MAH-JONG - tutti i martedì dalle 20.45 e di BURRACO - ogni 15 giorni. 

Inizio torneo ore 20.45, iscrizioni la sera stessa.

CIRCOLO ANSPI "GUIDO NEGRI"
VIA AMENDOLA, 33  LUGO 

Andiamo al cinema nella Bassa Romagna

Al cinema teatro Moderno di Fusignano

Riprende la programmazione al cinema teatro Moderno di Fusignano.
Sabato 4 e domenica 5 ottobre alle ore 21: Barbecue
Un film di Eric Lavaine.

Giornate Nazionali dell'AIDO con offerta dell’Anthurium

Riceviamo da Enrico Flisi e pubblichiamo

Sabato 4 e Domenica 5 ottobre si celebrano le Giornate Nazionali dell'AIDO. L'obiettivo è promuovere la disponibilità al dono degli organi, tessuti e cellule e promuovere l'autofinanziamento con l'offerta di bellissime piantine di Anthurium.

San Michele è sempre un successo

Decine di miglia di visitatori hanno affollato il centro storico di Bagnacavallo nei giorni di festa



Tutti gli appuntamenti hanno registrato una notevole presenza di pubblico. Grandissima l’affluenza alle numerose mostre allestite in città, molte delle quali promosse da associazioni culturali.



Il Concorso musicale "A ritmo coi tempi"

Ultimi giorni per iscriversi


Ancora pochi giorni per iscriversi al concorso musicale “A ritmo coi tempi”, l’iniziativa di AnimaLugo dedicata a solisti e gruppi che si rifanno nello stile al secolo scorso: c’è tempo fino a venerdì 3 ottobre per richiedere di partecipare e potersi così esibire nel corso della terza edizione di Lugo Vintage, in programma dal 17 al 19 ottobre nel centro di Lugo.

Daria Soglia Campionessa Regionale Lancio del Disco

Riceviamo da Luca Zanelli e pubblichiamo


Ai Campionati Regionali Cadetti e Cadette di Bologna che si sono disputati il weekend scorso si sono messi in evidenza gli atleti dell’Atletica Lugo ICEL.


La donna nella cultura ebraica

Tra le iniziative della Giornata europea della cultura ebraica 


Oggi, mercoledì 1 ottobre alle 17 alla Sala Codazzi della biblioteca comunale “Fabrizio Trisi” di Lugo si terrà una conferenza sul tema “La donna nella tradizione ebraica”.

"Medaglie del cuore e del sorriso" una mostra di Enzo Babini a Cotignola

L'inaugurazione domani, giovedì 2 ottobre, a Palazzo Sforza, nell'ambito della Sagra del vino


Ricordando Don Stefano Casadio, nel cuore della Sagra del vino tipico romagnolo, gli 'Amici del Cenacolo' organizzano una mostra di opere dell’artista concittadino Enzo Babini, che sarà realizzata con circa trenta medaglie di varie dimensioni, in terracotta e porcellana.



Mastri birrai in scena a "Degusto con Gusto"

Alla Rocca di Bagnara secondo appuntamento della rassegna gastronomica

Dopo la due giorni dedicata al vino italiano, domani e dopo domani (2 e 3 di ottobre) torna un nuovo appuntamento di Degusto con Gusto, questa volta dedicato alla birra artigianale.