martedì 31 marzo 2015

Brandolini di Hera candidato a sindaco di Ravenna

Filippo Brandolini
Si è letto su un quotidiano locale che la fascia tricolore da indossare nella Capitale, a Ravenna, nella prossima primavera, ricevendola da Matteucci, se la sarebbero giocata il Presidente di Hera Ambiente e di Federambiente e Vasco Errani ex Governatore della nostra Regione.

Lo scriveva non nelle pagine sportive ma in quelle politiche...


Candidatura Errani però immediatamente smentita dal diretto interessato.

Fino a credere che chi scrive immagini già ora chi abbia deciso di iscriversi ai nastri di partenze delle Primarie, posso arrivarci, ma che le Primarie siano corse solo da loro non so proprio come lo si possa affermare.

Ma non che ci interessa? Siamo all'"estero", è un Comune fuori dai confini della Bassa Romagna, là dove il tramonta il sole a differenza di quanto accade da noi, dove non tramonta mai....

Beh intanto non sono poche le occasioni in cui Ranalli deve "gareggiare" con Matteucci e Malpezzi, sindaco di Faenza, per "dividersi il bottino" di contributi pubblici, specie nella sanità.


Poi il partito di maggioranza relativa da sempre lavora con organigramma che spaziano a "largo" raggio!

Piuttosto non ha mai visto come funziona una camminata "competitiva" in uno dei suoi circoli del forese?

Entro trenta minuti dal via ci si deve iscrivere presentando le "generalità", poi chi c'è parte e una o uno arriva primo.

paura che non sia un nome noto della politica? ma ancora si crede che questo requisito porti più voto alle elezioni successive?

Tranquillo: chi gli elettore faranno vincere, sarà quello che avrà poi il numero massimo di voti possibili come candidato del partito di Renzi.

Arrigo Antonellini

Già un restyling al nuovo monumento di Lugo

L'articolo più letto di ieri lunedì 30 marzo


Scontato che appena si torni a parlare della Meridiana del Popoli, il nostro conta contatti riprenda a girare forte.
E anche ieri ha segnato quasi 1.800 contatti, 1.791.

Consigli per gli acquisti


Favorire l'accesso al credito tramite gli organismi di garanzia

50.000 euro per incentivare le opportunità di valorizzazione territoriale e imprenditoriale legate all'Expò

Nonostante il bilancio camerale abbia risentito di un taglio del 35% delle entrate derivanti dal diritto annuale introdotto dal DL 90/2014, i fondi per sostenere le imprese sono stati confermati anche per il 2015.


La dichiarazione dello stato di crisi

Sostegno a lavoratori e imprese

Il consigliere regionale Mirco Bagnari punta l’attenzione sulla crisi del settore edilizio. In una risoluzione presentata In Assemblea Legislativa, il vicepresidente della Commissione Politiche Economiche chiede ‘il riconoscimento formale della crisi del settore per attivare strumenti straordinari di sostegno al reddito oltre ad adeguati ammortizzatori sociali per le situazioni di crisi aziendali in atto.’

L'albero di Pasqua

Certo che Domenica è Pasqua!


Rimasi sorpreso quando da ragazzino il prete mi disse che la Pasqua è la festa più importante dell'anno. Ero convinto fosse il Natale: già allora, mezzo secolo fa, tutto, diversi giorni prima, annunciava il Natale, ora accade addirittura "diversi" mesi prima. Ben poco, al di fuori delle Parrocchie, annuncia che si avvicina la Pasqua.
Solo più tardi ho capito che se la tredicesima fosse pagata a Pasqua, sarebbe il contrario.
C'è chi però lo fa, fa l'albero di Pasqua, una meraviglia

ana

Sempre più capitale in rosa

Riceviamo da Giuseppe Sangiorgi e pubblichiamo

A fine anno in Emila-Romagna, le imprese femminili erano 84.644, il 20,5 per cento del totale. È boom delle società di capitale che aumentano del 5,5 per cento (666 unità). La flessione delle ditte individuali è più contenuta (350 unità). Si concentrano nei settori tradizionali: commercio, agricoltura e servizi alla persona.

Consigli per gli acquisti


Treni: la montagna ha partorito un topolino

I collegamenti per l'Expo
di Gianfranco Spadoni

L’isolamento cronico di Ravenna è un dato ormai conclamato. I collegamenti con Bologna, Ferrara e Rimini continuano a essere disastrosi per i tempi di percorrenza e, soprattutto, per l’incertezza dell’arrivo nella stazione prescelta, considerati i numerosi guasti delle motrici dei treni regionali o interregionali.


Presentazione del cartellone del Lugo Opera Festival 2015

Riceviamo e pubblichiamo


Oggi, martedì, 31 marzo 2015 alle ore 12 Presso il Teatro Rossini, piazza Cavour, 17
Interverranno: Davide Ranalli, Sindaco di Lugo e presidente della Fondazione Teatro Rossini, Rosetta Cucchi direttore artistico del Lugo Opera Festival e Domenico Randi vicepresidente operativo della Fondazione Teatro Rossini.

"Morte di un commesso viaggiatore"

Gli incontri del Rossini

Sabato 11 aprile alle ore 18.00, al Teatro Rossini, “MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE” di A. Miller, Incontro con ELIO DE CAPITANI e la compagnia.

Che domenica ad Alfonsine...

In palestra un centinaio di bambini


Domenica scorsa, 29 marzo, la palestra Bendazzi di Alfonsine si è riempita di un centinaio di bambini per un concentramento di minivolley. Hanno partecipato alunni delle scuole primarie dalla prima alla quinta classe, dimostrando notevole impegno e passione.Erano presenti sul campo componenti della Pallavolo Alfonsine, di Cervia, di Portofuori, di Punta Marina, di Voltana.

Lucia Baldini

Funzionario europeo tra i banchi della scuola media di Sant'Agata

Massimo Toschi ha incontrato i ragazzi per discutere con loro i diritti f
ondamentali dell’infanzia



Il funzionario UE Massimo Toschi ha incontrato i 70 ragazzi delle scuole medie di Sant’Agata sul Santerno. All'incontro erano presenti anche il Sindaco Enea Emiliani, il vicesindaco Lilia Borghi, la dirigente scolastica Alda Barbi e alcuni professori.


Consigli per gli acquisti


Peschi in fiore

Al tramonto




Carlo Castelli

La poesia del martedì

     AIO' VEST UN FANTESMA

Quand che la sera l' avòlz còma un mantel i caimp,
magnèndas la lus dèbula d' un dè ad dizèmbar, l' è e mumeint,
par l' agricultor, ad còiar i sù strumeint e d' andès a cà dacànt a e fùg.
Ecco, me a so pront, a pèins za a un bagn chèld,
a seint l'udor dla zèina, am vèd in pultròna davainti a la television.
Quand che ad cò da e filer a vèd na figura scura cl' am vèn incontar,
e vèn velòz tirèndas drì na coltra ad nèbia grigia, arabida.
A pès svilt, um vèn incontar silenzios, decis, adès a tèc avdèl bein,
l' ha un grand caplaz chichè sò in tla testa cui cruv la faza,
l' è avolt da na caparèla cun e col ad pel ad cunèi,
du bragunèz ad fustagn maròn, i scarpòn ad cùram cunsumè.
Adès a l' ho avsèin, aspett cùm dèga quèl, ma lo gnint,
e va drett, a tèsta basa, acumpagnè da la nèbia fèssa.
Um vèn un suspet, mo a vùt propi che sèia lo, e Pasador?
Am fèg curag, ai dèg la vos: “mo a siv vo, Stefano Pelloni? ,”
ai dèg de vo cun divuziòn, un sa mai , a so clè un po' parmalos,
lo adès um da al spal, us ferma, alè adès ai sein,
chisà quela èrma che tira fura da sotta ala caparèla.
E pè che vòia prilès, ma invezi e ripartès veloz
e va so par l' erzan de Santeran, cl' è a lè avsèin,
cun un pas che sol un espert ad rivel e po avee..... l'è lo!
Arivè in zèma us ferma, us guerda d' attòran, e pè smarì
alora un' è brisa lo, mo adès, forsi, a capès chi cl' è,
l' è e fantèsma dla Rumagna, che zira par e su teritòri,
a la rizèrca d' un rumanticisum e d' n' alegrèia chi rumagnul ià pers.
Lo ù la sta zarchend strà i nostar generus caimp,
ù la zèrca a la longa di nostar bell fiòm e canel,
us fa cùragg, parchè l' è acumpagnè da la nostra nèbia.
Bòna rizerca fantèsma dla Rumagna, a spir che t' epa furtòna!

Ivan Rastelli